Zanetti - Eventi Olimpo

Vai ai contenuti
Roberto Zanetti - Mother Afrika
Il pianista e compositore jazz Roberto Zanetti, dopo varie pubblicazioni, ritorna alle origini dello stile musicale afro-americano con un lavoro discografico totalmente dedicato all’Africa.
L’Africa è il luogo delle origini per antonomasia: l’uomo, come lo conosciamo oggi, è nato qui. Nella savana africana ha imparato a stare in piedi, a correre, a stare in comunità, ha inventato il linguaggio, il canto… e anche la musica jazz.  
Ritrovare la spontaneità di questo genere è il viaggio di “Mother Afrika”: i brani del disco, tutte composizioni originali di Roberto Zanetti, sono caratterizzati da una rinnovata linearità che li rendono diretti, sia sotto l’aspetto ritmico che nei temi, proprio com’erano anticamente nella musica afro-americana.
Le strutture, basate sulla forma del call and response, sono caratteristiche delle canzoni di lavoro (work-songs) e di preghiera, degli standard jazz, del blues e del gospel.
L’album è un racconto musicale di storie afro-americane al femminile: la forza di Wilma Rudolph, il coraggio di Rosa Parks, la genialità di Katherine Johnson, lo straordinario talento di Nina Simone.
In “Mother Afrika”, Zanetti reinterpreta i ritmi africani nel suo stile creando, insieme agli altri interpreti, un sound sinuoso ed evocativo che vuole arrivare a un pubblico non esclusivamente jazz.
Roberto Zanetti [06-07-1957, Colà di Lazise (VR)]
Innamorato del blues, cultore del rock britannico, nasce come chitarrista di piccole realtà locali. La necessità di approfondimento della materia musicale lo porta a frequentare il conservatorio scegliendo il corso di direzione corale quale disciplina che gli permette di apprendere, insieme alla tecnica pianistica, l’armonia e la composizione. Nel 1991 consegue il diploma in Musica Corale e Direzione del coro presso il conservatorio E.F. Dall’Abaco di Verona sotto la guida del maestro Antonio Zanon.L’approfondimento della cultura musicale afroamericana avviene presso la scuola civica musicale di Milano sotto la guida dei Maestri Enrico Intra e Sante  Palumbo  e prosegue con la frequenza di seminari e corsi specializzati (Umbria jazz, Barkley school of Boston “clinics”; Barry Harris workshops) che sono i catalizzatori di uno studio costante e assiduo delle sonorità jazz.Le due culture, classica e jazz, coesistono costantemente nel suo percorso professionale e lo vedono impegnato contemporaneamente nella direzione di cori e nella carriera di pianista leader di formazioni jazz. Collaterale e coadiuvante queste realtà è poi la sua attività di compositore e arrangiatore sia di musiche sacre in stile isoritmico e polifonico, sia di composizioni in stile blues e jazz, sperimentando anche composizioni che sono una vera e propria fusione delle due culture. Collabora con molti jazzisti italiani quali Angelo Peli, Valerio Abeni, Andrea Olivi, Lorenzo Conte, Bruno Marini, Mauro Ottolini, Luca Boscagin, Paolo Mappa e con il sassofonista americano Steve Potts. Gli incontri con il contrabbassista Luca Pisani nel 2006, e successivamente con  il batterista Massimo Chiarella, rappresentano un punto fermo nella sua carriera, con questi musicisti stabilisce infatti una solida collaborazione che si traduce nell’incisione di un primo disco dedicato alla scuola musicale di Duke Ellington e Telonius  Monk, dal titolo “My Monk” (2010, autoprodotto), che trova buoni riscontri nella stampa nazionale qualificata ed è abitualmente nella programmazione di radio specializzate internazionali. Nel 2014 il trio torna in sala d’incisione con la speciale partecipazione del sassofonista P. Tonolo per incidere “Minor Time”, selezionato tra i migliori album jazz usciti nel 2014. p ubblicato da Dodicilune Record e distribuito da IRD International. Nel 2016 esce per Catsound Record N.P.U-No Prohibition Unit sempre distribuito da IRD International
TEATRO
Nel 2011, in collaborazione con il giovane attore e scrittore Nicolò Sordo, cura la messa in scena dello spettacolo teatrale “The Zizzi’s howl”, dove i migliori testi della letteratura “beat” si sposano con la musica jazz. Da questa esperienza è stato tratto un cortometraggio dall’omonimo titolo, per la regia di T. Passigato. ()
L’INSEGNAMENTO
Assidua è stata inoltre negli anni la sua attività di insegnante e divulgatore dello stile della musica afroamericana e  della memoria storica ad essa legata, che ritiene fondamentali per i giovani che vogliano studiare la musica moderna. Rimane uno dei suoi obiettivi quello di arrivare a cogliere l’attenzione di un pubblico non abituato a sentire e capire le sonorità del Jazz.
Insegna dal 1987 pianoforte, armonia e composizione, presso la Scuola Civica Musicale di Verona, e dal 1997 presso il C.A.M. di San Giovanni Lupatoto.
CONTATTI
Roberto Zanetti - via Salionze, 31 Colà di Lazise, 37017 Verona, ITALIA
tel. (+39) 045/7590182 – (+39) 339/6619966
E-mail: roberto-zizzi@libero.it
Enna dal 9 luglio al 16 agosto
Castello di Lombardia
Torre di Federico
Società Cooperativa Olimpo a.r.l.
Via Montesalvo, 44-46 - 94100 - Enna
P.IVA: 00592510861
email: info@eventiolimpo.it
© 2021 All Rights Reserved
Powered by - Socc. Coop Ermes
Torna ai contenuti